"Coltivare il futuro": il mondo del biologico si confronta al 16° congresso Ifoam


23/06/2008

"coltivare il futuro": il mondo del biologico si confronta al 16° congresso ifoamOrganizzato da Ifoam (la Federazione internazionale che riunisce i movimenti per l'agricoltura biologica di 108 Paesi) e da ModenaBio2008, un consorzio creato dalla Provincia di Modena e da Aiab (Associazione italiana per l'agricoltura biologica) dell'Emilia-Romagna, l'appuntamento – promosso con il sostegno del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, del ministero dell'Ambiente e della Regione Emilia Romagna – richiamerà a Modena i protagonisti internazionali dell'agricoltura biologica, dell'economia e della cultura sostenibile.
Dal 18 al 20 giugno, ricercatori, tecnici, agricoltori e produttori si riuniranno per fare il punto e tracciare le linee guida del movimento biologico internazionale. A ispirare il lavoro dei congressisti saranno le prolusioni dei principali protagonisti della cultura sostenibile mondiale che, a partire dalle preconferenze tematiche in programma lunedì 16 e martedì 17, interverranno nelle sessioni plenarie.
Le conferenze si svolgeranno in 15 sedi nel solo comune di Modena, altre quattro in provincia. Sede principale sarà il Parco Novi Sad dove all'interno di una grande tenso struttura saranno allestiti la sala plenaria, l'esposizione dei poster, i punti di registrazione e informazione, la sala stampa riservata ai circa cento giornalisti accreditati (una trentina quelli stranieri), e l'area espositiva con gli stand delle aziende sponsor e partner.
Dal 18 al 20 giugno saranno illustrate oltre 400 presentazioni orali e 350 poster, che rappresentano i più recenti risultati di ricerca scientifica del biologico, del settore alimentare e non. Nelle sessioni parallele i temi affrontati saranno argomenti come biodiversità, educazione alimentare, giustizia sociale, politiche di supporto all'agricoltura biologica, mercati, sicurezza alimentare, donne e cooperazione allo sviluppo.
www.ifoam.org


Numero di visite:  1197