Igp al Radicchio di Verona e Dop allo Zafferano di Sardegna


09/02/2009

igp al radicchio di verona e dop allo zafferano di sardegna Le iscrizioni di questi due prodotti nell'Albo delle denominazioni di origine, oltre a rappresentare il giusto riconoscimento del valore dei nostri prodotti, costituiscono uno strumento ulteriore con cui tutelare le produzioni dei nostri territori, ha affermato il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia commentando la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Comunità europea di oggi del regolamento del 2 febbraio che sancisce l'iscrizione dei due prodotti nell'apposito registro comunitario.

"Una doppia vittoria per l'agricoltura italiana. Il riconoscimento della denominazione Dop allo Zafferano di Sardegna e di Igp al Radicchio di Verona non fa che valorizzare ulteriormente la leadership dell'Italia in Europa quanto a produzioni d'eccellenza". Con queste parole il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia commenta la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Comunità europea di oggi del regolamento del 2 febbraio che sancisce l'iscrizione di questi due prodotti nell'apposito registro comunitario.
"Esprimo la mia soddisfazione per l'attribuzione Dop allo Zafferano", continua Zaia. "Proprio nei giorni scorsi, durante la mia visita in Sardegna, avevo auspicato che questo prodotto di qualità ricevesse al più presto il dovuto riconoscimento comunitario".
"L'assegnazione della denominazione Igp al Radicchio di Verona, aggiunge il Ministro, conferma la straordinaria capacità del territorio veneto di dar vita a prodotti d'eccellenza riconosciuti in tutto il mondo".
Con la registrazione dello Zafferano di Sardegna e del Radicchio di Verona salgono a 176 i prodotti a denominazione di origine certificati a livello comunitario.
"Le iscrizioni dello Zafferano di Sardegna e del Radicchio di Verona nell'Albo delle denominazioni di origine, oltre a rappresentare il giusto riconoscimento del valore dei nostri prodotti, conclude Zaia, costituisce uno strumento ulteriore con cui tutelare le produzioni dei nostri territori".




Per saperne di più

Numero di visite:  1342