Operazione capitone, il pesce dissequestrato donato agli indigenti


02/02/2009

Così abbiamo ottenuto un doppio risultato: colpire i delinquenti ed aiutare la brava gente che in questo particolare momento si trova a combattere contro la fame, ha commentato il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia dopo aver appreso che 7, delle 160 tonnellate di prodotto ittico sequestrato lo scorso 30 dicembre in una maxioperazione del Comando Guardia costiera-Capitaneria di porto, sono state devolute ad enti di beneficenza.

"Sono felice di poter comunicare che parte dei prodotti sequestrati nell'operazione "Capitone sicuro", sono stati donati agli indigenti dopo i controlli che ne hanno accertato la sicurezza".
Questo il commento del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia dopo aver appreso che 7, delle 160 tonnellate di prodotto ittico sequestrato lo scorso 30 dicembre in una maxioperazione del Comando Guardia costiera-Capitaneria di porto, sono state devolute ad enti di beneficenza, come aveva anticipato nel corso della conferenza stampa a Venezia.
"Ne abbiamo chiesto il dissequestro alle procure perché sono risultate 'sicure', ha annunciato il Ministro, e le abbiamo destinate agli indigenti. Così abbiamo ottenuto un doppio risultato: colpire i delinquenti ed aiutare la brava gente che in questo particolare momento si trova a combattere contro la fame".




Per saperne di più

Numero di visite:  1310