IL FAMIGERATO COLESTEROLO


24/07/2008

Tutti noi lo conosciamo di nome, anche se spesso non abbiamo la più pallida idea di cosa sia in realtà. Sappiamo però che un eccesso di colesterolo nel sangue è pericoloso. Vedremo, in diverse occasioni, di capirne di più.
Ma anzitutto è necessario fare una premessa. A meno che ci siano delle specifiche patologie, chi ha il colesterolo alto è, spesso, sovrappeso, quando non obeso. E a volte basta semplicemente perdere peso, seguendo una dieta bilanciata, perché i livelli di colesterolo presente nel sangue si abbassino o tornino nella norma.
Infatti, l’iperlipemico (ovvero la persona che ha il colesterolo alto) ha anche un alto livello di trigliceridi nel sangue. Con una dieta povera di grassi il problema può essere di facile soluzione, senza ricorrere a farmaci. Ovviamente, anche in questo caso, è opportuno seguire una dieta sotto stretto controllo medico.
In generale, possiamo dire che per abbassare il colesterolo basta seguire i dettami della dieta mediterranea, rinunciando parzialmente ad alimenti ricchi di grassi di origine animale (uova, formaggi, latticini, salumi) e aumentando le razioni di alimenti di origine vegetale (frutta, verdura, fibre, cereali, ecc.), il pesce e le carni magre. Perdendo peso, il fegato produce meno lipoproteine, aumenta la sensibilità insulinica e quindi diminuiscono i trigliceridi.
Ad esempio, se perdiamo un chilo di peso corporeo, solitamente il colesterolo totale nel sangue diminuisce di circa 2 mg/dl.



Numero di visite:  1188