In difesa del made in Italy di qualità, il vitigno Prosecco diventa Glera


01/03/2009

Separando il nome della vite da quello del vino eviteremo che i cinesi possano continuare a fregiarsi del nostro pregiato marchio, che resterà appannaggio solo di chi osserva il disciplinare, ha affermato il ministro Luca Zaia in occasione della Fiera di San Gregorio, a Valdobbiadene, in provincia di Treviso.



Per saperne di più

Numero di visite:  1242