Incidenti lavoro: bene il Tavolo sulla sicurezza


23/06/2008

La convocazione urgente delle parti sociali e l’apertura del tavolo sulla sicurezza è un segnale forte che va nella direzione di mettere in campo tutti i soggetti (parti sociali, istituzioni, Inail, Ispesl), tutte le forze e gli strumenti possibili perché eventi tragici, come quelli di Mineo, si verifichino sempre di meno. E’ quanto sottolinea la Cia-Confederazione italiana agricoltori.
E’ di particolare importanza il richiamo fatto dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi alla bilateralità e alla condivisione; approccio, questo, indispensabile per gestire la sicurezza sul lavoro in modo efficace e rispetto al quale la Cia è già attivamente impegnata (accordo Inail-Agriform su piano triennale di prevenzione per l’agricoltura).
Piena disponibilità ha poi dato la Cia a raggiungere tempestivamente l’avviso comune sulla sicurezza, proposto da Sacconi.
Tutto ciò -a giudizio della Cia- va inserito in un contesto virtuoso di regole che dovrà necessariamente portare ad una revisione del T.U. nelle parti che risultano più carenti a raggiungere l’obiettivo prevenzione, vale a dire semplificazione degli adempimenti, miglioramento della qualità e coordinamento delle attività ispettive, modulazione delle sanzioni e, infine, adeguati incentivi alle imprese, mirati soprattutto alla formazione ed informazione.
Su questo ultimo aspetto la Cia auspica che si dia presto seguito agli incentivi (riduzione contributi Inail del 20 per cento) previsti dalla legge 247/07 per le aziende ove non si verificano infortuni, nonché che si trovi una soluzione per sbloccare parte delle risorse che derivano dagli avanzi di gestione dell’Inail.
www.cia.it


Numero di visite:  1332